Regione Veneto

Inquinamento PFAS

Sezione: Inquinamento PFAS

Con l'intento di fornire la massima trasparenza su un argomento così delicato ed importante come l'inquinamento delle falde delle Sostanze PFAS (perfluoro-alchiliche) l'Amministrazione del Comune di Sarego ha deciso di aprire questo spazio dove raccogliere e condividere coi cittadini tutte le informazioni inerenti.

Nel menu laterale sono elencati i documenti scaricabili.


20 - 09 - 2018 INCONTRO PRESSO IL MINISTERO DELLA SALUTE
Ci siamo recati con una delegazione di deputati e consiglieri regionali e comunali presso la sede del Ministero della Salute per un confronto sul tema dei PFAS in Veneto in merito agli aspetti sanitari della delicatissima questione.
Dall'incontro è emerso che inizierà finalmente la collaborazione da parte del Ministero della salute con il Ministero dell'ambiente con l'istituzione di un tavolo interministeriale sul tema.
Abbiamo portato all'attenzione dei tecnici del Ministero il fatto che sia necessario ed urgente procedere con le analisi di tutti gli approvvigionamenti privati dei pozzi per l'agricoltura e gli allevamenti nelle zone coinvolte e al contempo sia indispensabile velocizzare il bio monitoraggio e ampliarlo, rivedendo i confini della zona rossa.

Abbiamo consegnato la documentazione e richieste forniteci dai  gruppi delle mamme No-Pfas e mostrato i dati della Regione Veneto che mostrano una incidenza molto rilevante di disturbi correlati alla presenza di PFAS nella zona rossa, chiedendo di cercare soluzioni efficaci.


14 - 08 - 2018 INVITO AL MINISTRO COSTA
Abbiamo invitato il Ministro Costa ad un incontro a Sarego con i sindaci e i cittadini della zona rossa per affrontare insieme il problema legato alla contaminazione da PFAS e mostrare la situazione sul territorio.
In seguito a questo invito, con una delegazione composta da deputati, consiglieri regionali e comunali, e dai vari comitati sensibili al problema ci siamo recati l’11 settembre presso la sede del Ministero dell’Ambiente a Roma per aggiornare il Ministro sugli ultimi sviluppi della questione e cercare possibili soluzioni al problema. Le nostre istanze sono state accolte con molto interesse ed il Ministro si è dimostrato molto disponibile e propositivo a sua volta cercando le possibilità in suo potere per garantire la più rapida soluzione del problema.
Il Ministro ha sottolineato che la questione PFAS in Veneto è tra le sue priorità. Ci ha spiegato infatti di aver incontrato poche settimane prima il Presidente Zaia e di aver condiviso con lui le possibili azioni future.
E’ stata ribadita la necessità che vengano stabiliti dei limiti per i PFAS come gruppo di prodotti a livello nazionale, l’opportunità di rivedere i confini della zona rossa; sono state discusse le possibili modifiche al testo unico ambientale inserendo il principio di precauzione in modo più incisivo ed inserendo in tabella anche il gruppo delle sostanze PFAS.
Priorità anche per la bonifica del sito per porre fine alla continua dispersione di sostanze inquinanti in ambiente.
E’ stata tracciata una vera e propria road map per arrivare nel più breve tempo possibile alla soluzione del problema.
E’ stata sottolineata la necessità di una maggiore collaborazione per questa ed altre situazioni simili tra i ministeri dell’Ambiente e della Salute per avere maggiore efficacia nell’azione.

L’invito a Sarego per incontrare sindaci e cittadini della zona rossa è stato rinnovato dall’Assessore Zambon anche in questa occasione ed il Ministro ha dato appuntamento a tutti per rivedersi dopo un paio di mesi per un aggiornamento.


17 - 09 - 2018 PFAS E ALIMENTI
Abbiamo inviato all’ULSS 8 una richiesta di informazioni sulla campagna di analisi del contenuto di PFAS negli alimenti effettuata nel 2017.
Nonostante non siano state ad oggi riscontrate situazioni di pericolo per la salute ad eccezione dei pesci da cattura, sono stati rilevati tuttavia valori di rilievo in diversi alimenti prelevati nella zona rossa.
Per questo abbiamo chiesto di fornirci i dettagli di ciascun prelievo in quanto ad oggi i dati mostrati sono solo del tipo aggregato oppure approssimativi (maggiore di…).
Abbiamo chiesto, inoltre, se siano stati informati i produttori delle aziende oggetto della campagna di analisi sui risultati riscontrati nella propria produzione al fine di rendere più consapevoli i produttori sulla qualità dei propri prodotti e consentire di intraprendere le dovute azioni per ridurre o annullare la presenza di PFAS nella propria produzione.

30 - 08 - 2018 MISURE PER UNA MAGGIORE PARTECIPAZIONE ALL'ANALISI DEI POZZI
L'assessore Flavio Zambon ha scritto all'Assessore Veneto all'Agricoltura Pan per evidenziare la scarsa partecipazione ad oggi degli agricoltori alla campagna di analisi dei pozzi privati ad uso agricolo. A Sarego infatti ad oggi hanno aderito alla proposta soltanto 4 agricoltori in un territorio ad ampia vocazione agricola. La proposta, quindi, è di rendere obbligatoria e non più volontaria l'adesione alla campagna di analisi, questo per consentire alle amministrazioni della zona rossa di avere un quadro più preciso della diffusione dell'inquinamento nell'area e di programmare eventuali interventi. La conoscenza della qualità della propria acqua renderebbe gli agricoltori e allevatori più consapevoli e li metterebbe nelle condizioni di valutare altre soluzioni di approvvigionamento pur non essendovi un preciso obbligo.
Anche i consumatori di questi prodotti locali avrebbero modo di scegliere con più consapevolezza i propri fornitori.

7 - 08 - 2018 RICHIESTA CHIARIMENTI NUOVE SOSTANZE INQUINANTI
Abbiamo chiesto ad ARPAV ed Acquevenete informazioni riguardo la presenza delle nuove sostanze PFAS trovate in falda nella zona della Miteni.  In particolare è stato chiesto se siano in corso verifiche nei pozzi di attingimento degli acquedotti della zona rossa e se i filtri a carboni attivi attualmente in dotazione siano in grado di fermare anche questi composti.
Ha risposto Acquevenete dicendo che il GenX non é stato riscontrato in quantità rilevabili, mentre per il C6O4 non ci sono attualmente metodiche ufficiali di riferimento per rilevarli.

A questo punto ci chiediamo come sia possibile che una azienda possa utilizzare nella produzione sostanze di cui non si conosce neppure il metodo per cercarle in ambiente!

25 - 07 - 2018 RICHIESTA CHIARIMENTI SUL  DIVIETO DI CONSUMO DI PESCI
Abbiamo scritto al presidente Veneto Zaia per chiedere informazioni riguardo alla O.P.G.R. n. 184 del 10 novembre 2017 in cui lo stesso Presidente istituiva il divieto di consumo di pesci da cattura nel territorio della zona rossa per le alte concentrazioni di PFOS e PFOA riscontrate in questo tipo di alimento.
Con questo documento sono state chieste indicazioni su eventuali iniziative da intraprendere per informare i cittadini sul divieto, è stato inoltre proposto di affiggere avvisi negli accessi degli argini dei corsi d’acqua e nei centri dei comuni interessati con volantini ed affissioni apposite. E’ stato inoltre chiesto se siano state informate adeguatamente le associazioni di pesca sportiva.

21 - 03 - 2018 DICHIARAZIONE DI STATO DI EMERGENZA
Lo scorso martedì, 21 marzo, proprio durante la periodica riunione tra amministrazione e gruppo Mamme NoPFAS di Sarego, il Sindaco Roberto Castiglion ha ricevuto una telefonata dall'ufficio di Presidenza del Consiglio. E' il referente incontrato qualche settimana prima a Roma, che comunica l'avvenuta dichiarazione dello Stato di Emergenza, chiesto proprio in quell'occasione (vedi news 8/12/2017). Di questo e di altri aspetti, si parlerà il 9 aprile 2018 alle 20.30 presso le opere parrocchiali di Meledo, clicca qui per maggiori dettagli. Qui, l'evento facebook da condividere.

05 - 02 - 2018 INCONTRO GRUPPO MAMME NO PFAS E AMMINISTRAZIONE DI SAREGO
Per agevolare la comunicazione tra ente e cittadinanza e restare sempre aggiornati sulle reciproche attività, a partire dal 2018 il Gruppo Mamme NoPfas e l'Amministrazione di Sarego si incontreranno periodicamente per fare il punto della situazione. Il primo incontro si è svolto lunedì scorso. Di seguito il link per scaricare il verbale della riunione:
Verbale 05/02/2018 

AGGIORNAMENTO del 3.02.2018
  1. Ampliamento della zona rossa, interruzione della plasmaferesi ma fondi ancora bloccati.
  2. In questo link tutti i comunicati sui PFAS degli ultimi mesi.

AGGIORNAMENTO del 14.03.2017:
  1. Sono stati aggiunti molti documenti recuperati negli ultimi mesi.
  2. Aggiunto nuovo link Tutela acque destinate al consumo umano.
AGGIORNAMENTO del 10.06.2016:
  1. Aggiunte le domande e le risposte della Regione e dell'Ulss.
  2. Aggiunte slide della conferenza dei sindaci del 6 aprile 2016
AGGIORNAMENTO del 26.05.2016:
  1. Oltre ai video caricati su yotube relativi all'argomento dei PFAS si possono scaricare dal menu laterale anche le presentazioni dei relatori della serata del 05.05.2016.
  2. E' stata attivata la casella email pfas@sarego.gov.it per porre domande al Comune ed ai tecnici intervenuti all'incontro.


Link Utili:
torna all'inizio del contenuto