Comune di Sarego

Comunicato 22.03.2017: PD3 e le vicende legali

Pubblicata il 22/03/2017

Viste le recenti notizie apparse su alcuni giornali padovani a proposito di indagini a carico di alcuni dirigenti della società Padova Tre, attuale azienda incaricata della gestione dei rifiuti per il Comune di Sarego e per l' Unione dei Comuni del Basso vicentino, intendiamo fornire alcune precisazioni.

L'assegnazione del servizio a Padova Tre è stata determinata tramite regolare bando redatto in collaborazione con l'Unione dei Comuni del Basso vicentino.
I comuni suindicati non sono quindi Soci di Padova Tre, ma fruitori di un servizio dato in gestione a questa società insieme ad Ideal service e a Sesa.

Non appena venuti a conoscenza di questa situazione, abbiamo incontrato i dirigenti dell'azienda per verificare eventuali conseguenze negative sul servizio fornito.
Con i nostri uffici stiamo inoltre verificando eventuali anomalie nelle fatturazioni rispetto ai reali importi dovuti o ai contributi riscossi.

Poche settimane fa, durante un incontro avvenuto presso il municipio di Sarego alla presenza dell'Amministrazione e dei nostri tecnici, il nuovo presidente di Padova tre dott. Mariotto, ha spiegato che l'azienda ha approvato un concordato preventivo in continuità aziendale per riuscire a rispettare tutti gli impegni economici pregressi e garantire una continuità di servizio ai comuni interessati.

Il nostro Comune, insieme agli altri comuni dell'Unione del basso vicentino, nell'estremo caso dell'interruzione del servizio di Padova Tre, adotterà tutte le opportune procedure per assicurare una continuità di servizio.

Continueremo a monitorare la situazione e a compiere gli opportuni approfondimenti collaborando con gli inquirenti al fine di verificare la regolarità di tutti gli importi addebitati al Comune di Sarego.
 
Purtroppo le vicissitudini della Società con conseguenti difficoltà gestionali hanno rallentato la fornitura ai nostri uffici dei dati necessari alla determinazione della tariffa puntuale, di conseguenza la prevista introduzione della nuova modalità di tariffazione dovrà essere spostata al prossimo anno.

Rimane invece attivo il controllo puntuale dei conferimenti tramite lettura con TAG elettronico.