Regione Veneto

COME RICICLARE L’ERBA IN CASA QUANDO L’ECOCENTRO È CHIUSO

Pubblicata il 31/03/2020

Solitamente quando si taglia l’erba del giardino si è soliti raccoglierla in sacchi per trasportarla in Ecocentro.  
Un’operazione che, in realtà, potrebbe essere evitata con un grande beneficio per il prato stesso. 

L’erba di risulta, infatti, può essere trasformata in un fertilizzante organico
Per trasformarla in un nutriente per il giardino, però, è necessario sminuzzarla in porzioni molto piccole. Il compostaggio è la tecnica che prevede l’accumulo di sostanze organiche di vario genere (tra i quali le foglie secche, l’erba tagliata, erbacce… ), per ottenere un fertilizzante naturale e di eccellente qualità.

Tra i sistemi più usati, la realizzazione di un cumulo oppure l’impiego di un composter.

IL CUMULO
Se il nostro giardino è grande avremo la possibilità di costituire un cumulo per il compostaggio, oppure una piccola zona, possibilmente rettangolare, delimitata da una rete a maglie fini o da un graticcio. E' consigliabile coprire il cumulo di compost con teli di tessuto non tessuto, o di iuta, per evitare l'incidenza diretta dei raggi del sole, e anche per limitare l'apporto di acqua dovuto alle piogge.


IL COMPOSTER
Si tratta di una campana, spesso in plastica, dotata di un'apertura superiore, per l'inserimento del materiale da compostare, e di un'apertura laterale, oppure di una saracinesca, per prelevare il compost maturo o per controllare l'andamento del compostaggio. 


COME REALIZZARE UN COMPOSTER FAI DA TE 
ECCO TUTTO L’OCCORRENTE: 
• 1 palo di legno h.120
• 1 rotolo da 5 metri di rete elettrosaldata zincata 12x12 - h.100 cm  
• 1 rotolo di filo zincato (almeno Ø 2,20 mm) 
•  Cambrette 
• 1 pinza

COME SI PROCEDE:
• Tagliare un metro di rete metallica e arrotolarla in modo da formare un cilindro; 

• Fissare e fermare la rete con il filo di ferro aiutandosi con la pinza; 

• Fissare la rete a forma di cilindro al palo in legno adoperando le cambrette; 

• Con la restante rete, tagliare due cerchi dello stesso diametro di quella arrotolata; 

• Posizionare il primo cerchio all’interno del cilindro fino a coprire la base e fermarlo sempre con il filo zincato; 

• Con il secondo cerchio fare un coperchio in modo da chiudere il cilindro dalla parte superiore per evitare che vi entrino degli animali  

• Riempirla con i rifiuti organici come: erba di sfalcio, foglie secche, potature di piante e di siepi, terriccio esaurito, fiori appassiti, i resti della pulitura del giardino, scarti di frutta e di verdura, bucce, fondi di caffè, tè e tisane. Possono starci anche carta e cartone purché non stampati, in piccole quantità e sminuzzati.
Iniziate con i rifiuti più grossolani e duri per poi procedere con quelli più piccoli e umidi. 

• Bagnare leggermente per favorire la produzione di compost 

• Posizionare la compostiera in una zona non troppo esposta al sole, magari sotto un albero.

In ogni caso è bene che i contenitori per il compostaggio siano privi di fondo, oppure con il fondo costituito da una grata, e che vengano posti a contatto con il terreno: in questo modo dal terreno del nostro giardino migreranno nel compost lombrichi e altri insetti che ne accelerano la decomposizione. Inoltre dovrebbero essere dotati di coperchio, in modo che la pioggia non ne alteri il contenuto.

L’erba deve essere essiccata sul posto e solo successivamente raccolta e posta nella compostiera.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Settore Ambiente 
scrivendo una mali a: ecologia@comune.lonigo.vi.it e lasciando il proprio recapito telefonico.


Scarica il depliant allegato 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato riciclare-erba-giardino.pdf 1.53 MB

Categorie #covid19

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto