Regione Veneto

RIFIUTI, UN 2019 VIRTUOSO

Pubblicata il 31/12/2019

Dati positivi dopo l'introduzione del nuovo sistema di tassazione puntuale per l'applicazione della TARI

Il 2019 è stato l’anno in cui a Sarego è stato introdotto il nuovo sistema di tassazione puntuale per l’applicazione della TARI (tassa sui rifiuti).

I dati rilevati al termine di quest’anno ci permettono di trarre un primo bilancio decisamente positivo. Infatti la riduzione media del rifiuto indifferenziato nell’ultimo anno è stata intorno al 12.5%, con picchi di oltre il 30% di riduzione a marzo e novembre. Questo dato si traduce in un minor conferimento in discarica di oltre 52 tonnellate di rifiuto secco. Un risultato ottenuto grazie al nuovo sistema di raccolta e tariffazione e soprattutto all’impegno di tutti i cittadini di Sarego.

A questo ottimo risultato si aggiunge una riduzione progressiva della produzione totale di rifiuti negli ultimi anni che è passata dai 349 Kg pro capite annui del 2014 ai 332 Kg del 2018 (ultimo dato disponibile). Il risultato è molto importante nel contesto attuale che vede aggravarsi il problema relativo alla scarsità di impianti di smaltimento con conseguente aumento notevole dei costi.

L’ammontare totale dei costi del servizio rifiuti, grazie anche alla efficienza dei nostri uffici Ambiente e Tributi che con indagini di mercato e attenzione costante alle spese, è rimasto pressoché invariato anche nell’ultimo anno e con questo andamento siamo riusciti a garantire il servizio rifiuti efficiente senza dover aumentare la TARI. Per questo motivo l’Amministrazione ha voluto premiare le utenze domestiche con una piccola riduzione della tassa rifiuti per il 2020, mentre per le utenze non domestiche, per le quali non è ancora stata attivata la tariffazione puntuale, ci sarà un lieve ritocco al rialzo. Progressivamente si arriverà all’applicazione della tassa puntuale per tutte le utenze, sia domestiche che non domestiche, in modo tale da parametrare il calcolo di ciascuno in base all’effettiva produzione garantendo così maggiore equità.

Dopo aver analizzato i dati relativi agli svuotamenti del 2019 che indicano un sostanziale rispetto delle quantità di rifiuto secco assegnate per ogni utenza con pochi casi di sforamento, considerato che mediamente è stato utilizzato il servizio con la metà degli svuotamenti assegnati, per il nuovo anno è stato ridotto sensibilmente il numero di svuotamenti per ciascun nucleo famigliare ed è previsto un incremento importante del costo dei prelievi eccedenti in modo tale da incentivare la raccolta differenziata. Nell’ultimo anno inoltre, grazie alle serate informative sul compostaggio domestico, molti cittadini hanno deciso di adottare questo virtuoso sistema di smaltimento del rifiuto umido che è tra le frazioni più costose da smaltire. Nelle scorse settimane sono state effettuate verifiche a campione per appurare l’effettiva attuazione dell’autocompostaggio al fine di evitare possibili abusi, visto cha la riduzione prevista nel Comune di Sarego del 30% sulla parte variabile della TARI è molto premiante.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata i risultati sono incoraggianti visto che gli ultimi dati disponibili del 2018 (quindi prima del nuovo sistema di raccolta) indicano una percentuale pari al 74% contro il 72,2% dell’anno precedente. Una stima approssimativa relativa al 2019 indica un incremento decisamente più consistente mostrando la bontà delle azioni attuate. La strada intrapresa è quella giusta e confidiamo di poter migliorare ulteriormente il servizio avvicinandoci progressivamente ai Comuni più virtuosi nella gestione dei rifiuti.

L’Amministrazione ringrazia tutti i cittadini che stanno mostrando buona volontà per raggiungere questo obiettivo e i tecnici comunali che hanno lavorato efficacemente su questo progetto.


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto