Regione Veneto

ALLERTA: Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi

Pubblicata il 27/01/2017

La Regione del Veneto, con nota del 25 gennaio 2017 ha trasmesso la dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi.

Nel ritenere che:
- la prevenzione, finalizzata alla riduzione del rischio di potenziale innesco e propagazione degli incendi, deve avere per oggetto una corretta tenuta della fascia perimetrale delle aree antropizzate;
- sia importante, a livello locale, mantenere le aree poste a confine ed entro i centri abitati in maniera ordinata evitando, ad ogni modo, l’accumulo incontrollato di materiale di qualsiasi natura
 
SI INVITANO:

- I proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte e di aree verdi industriali dismesse, gli amministratori degli stabili con annesse aree pertinenziali, i proprietari di aree in genere inedificate a mantenere correttamente detti fondi, evitando il proliferare della vegetazione ed il deposito incontrollato di materiale;
- Tutti i cittadini ad evitare, nelle aree boscate e limitrofe, le azioni e le attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio, quali (a solo titolo esemplificativo):
  • accendere fuochi di ogni genere;
  • usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli;
  • usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati e non in contrasto con le PPMPF ed altre norme vigenti), fornelli o inceneritori che producano faville o brace;
  • fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato di incendio.

Si ricorda che chiunque si trovi in presenza di incendio boschivo e/o di incendio di vegetazione ha l'obbligo di:
- Darne immediato avviso tramite il 1515 al Corpo Forestale della Regione Veneto;
- Darne immediato avviso tramite il 115 al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;

Allegati

Nome Dimensione
Allegato 2017_27GennaioDichiarazioneStatoDiGravePericolosità.pdf 422.87 KB


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto